Riscaldare la madre: l’uso della Moxibustione dopo il parto

Un pò di storia 

La moxibustione, o moxa, è uno dei pilastri della Medicina Tradizionale Cinese, con una tradizione molto antica precedente addirittura all’agopuntura e risalente al II e I secolo a.C.
Il suo nome Moe (bruciare) Kusa (erba), significa letteralmente “erba che brucia”.

Questa pratica millenaria, infatti, è una terapia riscaldante in cui viene bruciata l’Artemisia Vulgaris, una pianta straordinaria che prende il nome dalla dea Artemide, dea forte e solitaria della luna, delle donne, del parto e della caccia; e dal termine Vulgaris, ovvero “delle persone comuni”.

L’Artemisia viene bruciata sotto forma di sigari, coni o lana su specifici punti di agopuntura del corpo, allo scopo di regolare la fisiologia, stimolare il sistema immunitario, prevenire e curare diverse malattie.  

Artemisia Vulgaris
Moxibustione e post parto 

L’entità del cambiamento che il corpo subisce dopo il parto è quasi indicibile. La perdita di energia, di enormi quantità di liquido amniotico e di sangue esauriscono la neo madre fin dal primo giorno di maternità e la mettono in una condizione di fragilità. A questo dobbiamo aggiungere la privazione di sonno, la fluttuazione ormonale, e l’ulteriore perdita di liquidi con l’emissione del latte materno e possiamo capire il perché le culture tradizionali abbiano sempre considerato il periodo del post parto come una fase di “vuoto energetico” e di “freddo”, alla quale bisognasse riportare calore, attraverso il cibo e trattamenti esterni. 

“Riscaldare la madre” è da millenni un trattamento molto importante in tutte le tradizioni antiche di post parto, necessario per ricostituire l’energia (il Qi nella Medicina Tradizionale Cinese) e il sangue (lo Xue), persi con la gravidanza e il processo della nascita. 
Secondo la Medicina Tradizionale Cinese l’esaurimento delle risorse del corpo, di Qi e Sangue, sono dopo il parto la causa principale della bassa produzione di latte, della depressione postpartum, del prolasso, del senso di fatica e dell’insonnia. 
I meridiani della donna sono stati aperti e resi vulnerabili durante il parto, e attraverso adeguate terapie riscaldanti è possibile  nutrire i meridiani in profondità, riportando energia nel corpo e una buona circolazione. 

Una delle tecniche utilizzate è proprio la moxibustione, che ha straordinarie proprietà riscaldanti e porta diversi importanti benefici alla neo madre:

  • Rinvigorisce il Qi aiutando a migliorare i livelli di energia 
  • Aiuta a riparare i tessuti
  • Migliora il sistema immunitario
  • Nutre il sangue contribuendo a prevenire e curare la depressione postpartum
  • Aumenta la produzione di latte
  • Previene il prolasso
  • Tonifica l’utero garantendo un utero sano per la fertilità e le mestruazioni future
  • Fa circolare il sangue e la linfa mentre la neomamma riposa, garantendo una sana circolazione e processi di eliminazione

Ricevere trattamenti corporei nel post parto, non solo può aiutare a velocizzare il processo di recupero e a prevenire l’insorgere di diversi disturbi, ma è importante anche per confortare e onorare la madre in questo momento di grande transizione. Un momento in cui ogni forma di cura amorevole la aiuta a stabilizzarsi e a sentirsi amata e al sicuro.  

Se abiti a Vicenza o provinicia è possibile ricevere il trattamento di Moxibustione addominale insieme ad altri trattamenti specifici per il riequilibrio della fisiologia materna, a domicilio nelle prime sei settimane dopo il parto, o presso il mio studio nei mesi/anni successivi di maternità. 

Infatti, sebbene la finestra caratterizzata dalle prime sei settimane dopo il parto sia molto speciale, non è mai troppo tardi per iniziare a prendersi cura del proprio corpo dopo la nascita del proprio bambino, e riconoscere che la nostra salute come donne e madri è estremamente  importante. 


Nota: Naturalmente, l’uso della moxibustione deve essere eseguito da un operatore esperto, e non è consigliato per la donna applicarla da sola, senza la supervisione di una persona qualificata.

Se abiti a Vicenza e vuoi maggiori informazioni o ricevere il trattamento sentiti libera di contattarmi!  

Comments

  1. Daniel

    Secondo la teoria della medicina cinese, la moxa ha un effetto tonificante, e il riscaldamento che produce fa si, che si abbia il movimento uterino. Questo effetto e utilizzato come input per il bambino a fare una capriola su se stesso. Dopo il trattamento sarebbe opportuno mantenere i piedi caldi, camminare un po’, non fare lavori pesanti o esercizi ginnici eccessivi e non bere bevande fredde fino al giorno. successivo.

Add A Comment